La connessione NFC cosa è e a cosa serve? Si sente tanto parlare di NFC, di smartphone di ultima generazione dotati di questo tipo di tecnologia, ma sembra che pochi utenti hanno ancora le idee chiare su come utilizzarla, forse anche perchè ancora è poco diffusa, ma cerchiamo di chiarire in breve a cosa serve, come funziona e come potrebbe essere sfruttata.NFC è l’abbreviazione di Near Field Communication (Comunicazione in prossimità), una tecnologia che in pratica mette in connessione tra loro due dispositivi che possono scambiarsi vari dati e informazioni utilizzando una connessione wireless a breve distanza, che può essere sfruttata da due dispositivi posti a una distanza che va più o meno da 1 a 10 cm.

Link Sponsorizzati

Con l’NFC ad esempio è possibile ascoltare la musica utilizzando degli altoparlanti wireless dove lo scambio di dati avviene tramite Bluetooth, mentre la connessione NFC si occupa della connessione senza fili tra i due dispositivi, quindi tra smartphone e altoparlanti.

La tecnologia NFC può essere presente tramite chip integrato sul dispositivo, oppure si può utilizzare una speciale scheda esterna che si posiziona nell’alloggio della scheda SD.

Apparentemente la tecnologia NFC sembra essere inutile, o comunque non necessaria, ma se parliamo di Tag NFC, invece iniziamo a capire che invece in futuro potrà diventare indispensabile in quanto può essere sfruttata per diversi utilizzi. I Tag NFC, sono dei piccoli Chip acquistabili attraverso questo LINK, che di default non svolgono alcuna funzione in quanto vanno programmati tramite l’applicazione NFC Tools per svolgere determinate funzioni. I Tag NFC, non necessitano di alcuna carica con batteria e possono essere utilizzati per trasmettere dati e informazioni, oppure far eseguire determinate azioni al nostro smartphone dotato di tecnologia NFC, ad esempio: avvicinando lo smartphone a uno di questi Tag NFC è possibile visualizzare un numero di telefono, la posizione GPS oppure si può essere rimandati a un determinato sito internet, diciamo che il funzionamento in alcuni casi ricorda molto quello di un QRcode, solo che può svolgere funzioni più complesse.

I Tag NFC avvicinandoli allo smartphone NFC possono essere utilizzati ad esempio per:

  • Abilitare e disabilitare il Wi-Fi
  • Abilitare e disabilitare l’Hotspot Wi-Fi
  • Abilitare e disabilitare il Bluetooth
  • Abilitare e disabilitare la modalità aereo
  • Abilitare e disabilitare la connessione mobile
  • Abilitare e disabilitare il profilo silenzioso
  • Abilitare e disabilitare il profilo vibrazione
  • Abilitare e disabilitare il profilo normale
  • Impostare il volume della suoneria
  • Impostare l’auto rotazione
  • Segnalare la posizione GPS
  • Avviare una deterimata applicazione
  • Avviare un determinato link che riporta a un sito web

E diverse altre funzioni…

Un esempio d’uso è usare un Tag NFC per la modalità silenziosa all’interno della tasca, inserendo lo smartphone al suo interno, in automatico, senza premere alcun pulsante, lo smartphone si metterà nello stato silenzioso.

Un altro uso della tecnologia NFC è per i pagamenti contactless, dove si potranno inviare pagamenti tramite smartphone, senza il bisogno di portare carte di credito o contanti con se, ma basterà avvicinare lo smartphone per inviare i soldi a quel determinato conto. Per poter inviare o ricevere pagamenti, si deve utilizzare e si devono trovare negozi che usano il sistema Google Wallet. L’opzione di pagamenti NFC è messa a disposizione anche da PosteMobile tramite Super SIM NFC che permette di pagare tramite l’applicazione PosteMobile utilizzando la connessione NFC.

Con la connessione NFC è possibile anche trasferire file come foto e video tra due dispositivi, basta infatti utilizzare File Beam, dove i due terminali si toccano tra loro e lo scambio di dati avverrà senza nessuna azione da parte nostra.

Al momento la connessione NFC non è molto utilizzata, sia per la scarsa diffusione di questi dispositivi supportati, sia perchè è una cosa tutto sommato nuova, quindi, probabilmente è una questione di tempo e tra non molto, si potrà iniziare a utilizzare questa tecnologia per tante diverse operazioni.


Link Sponsorizzati